Menu
close

Biografia

Sono nato a Roma il 29 Aprile 1936. A 12 anni mi affaccio sul "mondo del lavoro". A 15 anni, autodidatta, prendo la licenza di Avviamento Professionale.

In quegli anni, caratterizzati da difficoltà economiche, insicurezza e un grande lavoro introspettivo, cerco una mia identità personale attraverso la lettura e lo studio che ritenevo e ritengo l'unico mezzo per capire e costruire me stesso.

Attratto, nel tempo libero, dalla letteratura, dal cinema, dal teatro, dalla musica... faccio nuove scoperte interiori, con l'esigenza di trovare la mia identirà, ritenendo la "cultura" un mezzo per costruirla.

Al ritorno dal servizio militare, prendo il diploma di maturità artistica; tale scelta si conciliava ocn il poco tempo a disposizione, e mi ha fatto conoscere un mondo per me nuovo: quello della storia dell'arte.

Queste esperienza e questo mio modo, in parte scelto e in parte imposto dalle circostanze, di dividere me stessa tra lavori poco attinenti alle mie esigenze e il biogno di ricercare anche contatti ed esperienza nel mondo artistico, hanno formato in modo determinante il mio carattere e la mia persona creando in me una scissione tra il mio lavoro professionale e la mia pittura.

Successivamente, casualmente ho i primi contatti con la RAI come "trovarobe" nelle realizzazioni di sceneggiati televisivi... poi nell'amministrazione, ed infine, vengo assunto a tempo determinato, nel Telegiornale.

Inizio di un nuovo percorso che non concede aspirazioni artistiche, ma la sicurezza economica tanto desiderata.

In quel periodo, comincio a dipingere da autodidatta, perchè sento il forte bisogno di esprimere e comunicare il mio disagio esistenziale e la frustrazione di non poter espreimere il mio mondo interiore. Un apprendistato lento, ma tenace, nei ritagli di tempo disponibili, una sorta di "diario", che ha avuto fasi alterne, ma sempre, un punto fermo, tuttore presente nella mia esistenza, con lo sguardo rivolto al mondo artistico contemporaneo.

Così la mia vita è stata divisa tra il lavoro in RAI e la Pittura. Nel lavoro in RAI ho trovato soddisfazione di sperimentarmi e maturarmi attraverso l'esperiene quotidiane della segreteria di redazione del telegiornale. Nella pittura mi realizzo esprimendo me stesso nelle forma e nei colori del mio mondo attraverso segni, immagini e colori, che sono i segnali da decodificare delle mie esperienza, dei miei sentimenti e soprattutto dei miei stati d'animo.

Ho esposto i miei quadri in diverse mostre personali in Italia e in America, e soprattutto attraverso di essi ho avuto contatti con personaggi dell'arte e della cultura con cui riesco a comunicare e a scambiare esperienze e sentimenti.